La Cina viene spess criticata per by way of del suo grande impatto ambientale, causato dall’utilizzo di un elevato quantitativo di energia provenienti da fonti fossili e non rinnovabili. Nel corso degli anni, il gigante asiatico ha lentamente cominciato ad invertire il development investendo sempre di più sulle fonti rinnovabili, proprio come nel caso di cui vi parliamo in questo articolo.

Protagonista è la provincia nord-occidentale del Qinghai, che è stata in grado di andare avanti for each 7 giorni, dal 17 al 23 giugno, utilizzando esclusivamente energia proveniente da fonti rinnovabili. Il quantitativo di energia utilizzata è stato pari a 1.1 miliardi di kWh, corrispondenti a ben 535.000 tonnellate di carbone. Le principali fonti utilizzate hanno riguardato le centrali idroelettriche, le quali hanno contribuito for each il 72.3% del totale, l’eolico e il solare. La provincia non è stata selezionata casualmente, dal momento che il suo impegno in questo campo è riconosciuto già da tempo: dei 23.4 milioni di kWh impiegati dalla sua rete, ben l’82.8% proviene costantemente da fonti rinnovabili.

Si tratta di un risultato veramente impressionante, specialmente se si considera che la provincia ospita ben 5.8 milioni di abitanti. Il processo di passaggio al rinnovabile ha richiesto un periodo di preparazione durato mesi, tuttavia l’esperimento si è svolto senza che il cambiamento venisse avvertito in alcun modo dalla popolazione e dalle attività locali, che hanno continuato le proprie attività senza dover prendere alcun accorgimento particolare.

Il campo delle energie rinnovabili sta assumendo sempre maggior importanza nell’agenda dello sviluppo cinese entro il 2020 il governo centrale investirà oltre 2500 miliardi di Yuan, circa 340 miliardi di euro, per finanziare lo sviluppo delle rinnovabili, portando alla creazione di ben 13 milioni di nuovi posti di lavoro in tutta la filiera. For every quanto riguarda la provincia del Qinghai, questa si prepara advertisement incrementare notevolmente la sua produzione di energia rinnovabile, arrivando a fornire sino a 110 miliardi di kWh ogni anno, in modo da alimentare parte delle province centrali e orientali della Cina.